Le rose

Posted on ottobre 26, 2016, 5:03 pm
2 mins

Gli antichi avevano per le rose un culto speciale e le tenevano in grandissimo conto.

La mitologia ha creato molte leggende sulla rosa. Secondo i greci, Venere aveva dato vita alla rosa quando dal suo piede ferito sortirono alcune gocce di sangue. Nei grandi banchetti romani e greci, i convitati portavano delle corone di rose. Credevano cosi di potersi garantire dall’ ubriachezza: alcune volte venivano ornate di rose le tazze nelle quali essi bevevano (Veggasi la Festa delle Rose della contessa Ersilia Novatelli).

La rosa, divenne anche un simbolo funerario. Adone, l’amante di venere è anche una figura di morte. Alcuni vogliono che la rosa abbia cangiato colore per una goccia di sangur caduta su di essa. E per questa ragione che si piantano dei rosai vicino alle tombe.

La rosa canina è tutt’ora considerata in Germania come sinistra diabolica. Nello Schleswig c’è una leggenda nella quale il diavolo caduto dal cielo, cerca, per rimontarvi, di costruire una scala di spine di questa rosa.

il rosaio è stato coltivato sin dai tempi più antichi. Le specie di questo genere sono tutte originarie nell’emisfero boreale, che esse occupano dal Kamtchatka e dal Giappone fino alle coste occidentali dell’Europa. Se ne trova qualcuna anche nell’America del Nord.

L’epoca più adatta per la piantagione è il mese di Novembre, sebbene si possa piantare in tutto l’inverno se la temperatura non è sotto lo zero. Le numerose specie del genere Rosa si sono incrociate all’infinito nei nostri giardini ed hanno prodotto migliaia di forme.

Le rose più belle si devono ai pazienti coltivatori francesi: la rosa Jean Pernet, la rosa thè Adam, la rosa thè Adriana Cristophe, la rosa thè Nankin, la rosa thè Madame Falcot, la rosa Madame Georges Bruant, la Rosa del Bengala, la rosa Cremisi o Pompons, la rosa Baronne de Rotschdld e la rosa Charles Leférre.

Non si dovrebbero tralasciare la rosa Bancsiana, la rosa Sempreverde e la rosa d’Ayrshire. Ma ci fermiamo alla rosa Centifoglia, la più bella e la più antica delle rose, che rasenta la perfezione, per qualità, eleganza e profumo.

 

(Questo articolo è stato tratto da: “Natura ed Arte”, rivista illustrata di scienze, lettere ed arti, di fine ‘800)

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.