MONILIA

Posted on ottobre 28, 2016, 12:52 pm
29 secs

Pietro Carini. Il gioiello, il monile, ha assunto solo di recente uno ruolo legato all’apparenza e all’esibizionismo; a mio parere il senso di ricchezza e di potere che assumeva nell’antichità, anche quando non era parte di un mondo magico e rituale, conservava sempre un legame profondo con l’anima di chi lo indossava, per scelta di metallo, pietre preziose, colori e forme, e non ultimo la figura dell’artigiano che creava il gioiello che si va perdendo, per fortuna esistono le leggende che ancora accompagnano l’esistenza materiale di questi oggetti, portatori a volte di fortuna a volte di sfortuna. Per la prima metà del 900 per esempio c’è stato tutto un rincorrere una collana che lo scrittore e viaggiatore francese Pier Loti portò dall’oriente. Inoltre l’applicazione dei maestri artigiani all’arte della gioielleria è stata tale che i popoli dell’antichità, quasi come per le ceramiche si possono differenziare secondo le differenze creative in questa arte.